MARRAKECH – COSA FARE E VEDERE IN 4 GIORNI

VISITARE MARRAKECH

Non esagero quando dico che Marrakech è una delle città più belle che abbia mai visitato.

Questa città ti prende e ti avvolge tra i colori e profumi. Ti travolge e ti porta indietro nel tempo. Ti inebria con i suoi profumi e con la sua atmosfera magica.

Poco prima della partenza ho letto questo articolo su Marrakech di Elisa e Luca, nostri amici e super blogger di miprendoemiportovia in cui si chiedono se questa città conservi ancora il suo fascino senza tempo.

Che dire?

 

MARRAKECH, UNA CITTA’ SENZA TEMPO!

 

Il rumore degli zoccoli degli asini. Quello dei calessi. I motorini tra i vicoli stretti della Medina e il clacson dei taxi. Le voci dei suoi abitanti che ti chiedono se ti sei perso. Quelle dei mercanti che ti chiamano all’interno del proprio negozio. I palloni lanciati dai bambini per le strade.

Poi all’improvviso i rumori si fanno ovattati e capisci di essere arrivato nei souk. E qui è l’ora dell’esplosione di cose da vedere. Lampade in ottone che ricordano quella di Aladdin, prodotti per il corpo a base di argan, borse e sandali in pelle marocchina. Bigiotteria fatta di pietre azzurre, e mani di Fatima. Profumi al gelsomino e all’ambra. Frutta secca e tè venduti sfusi. E poi ancora portacandele, cammelli intagliati di legno, teiere, tajine e tappeti.

E poi di nuovo vieni travolto dai rumori. Ma questa volta sono diversi.

Sono i flauti degli incantatori di serpenti, le voci dei venditori di spremute, quelle delle cartomanti, dei proprietari delle scimmie, dei viaggiatori che cercano di contrattare con gli ambulanti, delle donne che ti chiamano per disegnarti le mani con l’henné. E così sei arrivato nel punto più affascinante di tutta la città: Jemaa El Fna.

Questa piazza è unica al mondo. Un vero e proprio teatro a cielo aperto.

Bene, sei pronto per scoprire Marrakech e i nostri consigli su questa città?

La prima cosa da fare, forse la più importante di tutte, è quella di rilassarti e di lasciare tutti i pregiudizi a casa.

Solo così puoi viverti al meglio la città più magica di tutto il Marocco.

 

Quale meta migliore, vicina all’Italia, dove trascorrere un weekend al caldo? Quattro giorni sono perfetti per visitare questa città. Ed eccoti quindi una lista di tutte le cose da fare a Marrakech.

 

MARRAKECH: COSA FARE

  • Aspetta il tramonto su una delle terrazze di Marrakech, quando tutto si tinge di rosso e la città sembra infuocata.
  • Perditi dentro ai souk. Ti stai chiedendo cosa siano?
    Sono i mercati marocchini! Anzi, sono più di semplici mercati. I souk sono il cuore pulsante di Marrakech. Il centro della vita. Veri e propri labirinti dove trascorrere il tempo a contrattare e comprare. O semplicemente ad ammirare tutto ciò che ti circonda, passo dopo passo.
  • Vaga per la Medina, il cuore spirituale della città, tra fascino e confusione.
  • Concediti un hammam marocchino. Il vero hammam è un grande bagno turco, diviso tra uomini e donne, situato nei pressi di una moschea e viene utilizzato dagli arabi come purificazione spirituale prima della preghiera.
    Marrakech, nel corso degli anni, sono sorti tanti centri spa dove poter fare un hammam, anche in coppia (proibito invece in quelli tradizionali). Non puoi lasciare la città senza provare questo rituale, mix di purificazione e relax, tra oli di argan, fiori d’arancio, scrub alla menta e creme al caramello salato.
    Noi siamo stati all’ Hammam De La Rose, nel cuore della Medina, a 10 minuti a piedi dalla piazza Jemaa El Fna. È aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 20:00 e se sei interessato a provare quest’oasi di benessere, ti consiglio di prenotare per tempo mandando loro una mail.
  • Trascorri un pomeriggio di relax sulla terrazza di El Fenn, sorseggiando un succo fresco di arance.
  • Scandisci le giornate a suon di tè alla menta. Questa tipica bevanda marocchina la troverai in ogni angolo della città, servita sempre in teiere d’argento dal beccuccio lungo. Prenditi dei momenti di sosta durante la giornata per assaporare uno dei tè più buoni al mondo.

MARRAKECH: COSA VEDERE

  • La Madrasa Ben Youssef, l’antica scuola coranica più grande di tutto il Marocco. E anche tra le più belle al mondo! Purtroppo nel periodo in cui siamo stati a Marrakech era chiusa per restauro (un motivo in più per tornarci!).
    L’ingresso costa circa 6 Euro ed è aperta tutti i giorni dalle 9:00 alle 17:00, domenica inclusa.
  • Jardin Majorelle, un complesso di giardini botanici acquistati da Yves Saint Laurent nel 1980. Sono aperti tutto l’anno con i seguenti orari: da ottobre ad aprile dalle 8:00 alle 17:30, da maggio a settembre dalle 8:00 alle 18:00 e nel mese del Ramadan dalle 9:00 alle 17:00.
  • Moschea Kutubiya. Si tratta del più importante edificio religioso della città e perfetto esempio dell’architettura islamica.
  • Palazzo El Bahia, l’ ex residenza dei sultani, ti lascerà di stucco con i suoi mosaici marocchini.

MARRAKECH CONSIGLI PRATICI

  • Marrakech è una commistione di popoli e religioni: arabi, ebrei, berberi ed europei. Come nel resto del Marocco, tutte le minoranze vengono rispettate e tollerate. Lascia a casa tutte le paure e rilassati. Il Marocco è un paese sicuro e il popolo marocchino è uno dei più calorosi al mondo.
    Non ti spaventare se qualcuno si offrirà di accompagnarti, tanti lo fanno semplicemente per pura ospitalità, altri invece, in cambio di pochi Dirham (moneta locale).
  • Orientarsi nella Medina di Marrakech è quasi impossibile. Il mio consiglio è quello di scaricare l’applicazione per il cellulare maps.me, utilizzabile anche offline. Ad ogni modo, preparati al fatto che anche con una mappa interattiva tra le mani, perderti sarà inevitabile.
  • Da grandissima fan dello street food, ti sconsiglio a malincuore di provarlo in Marocco. Soprattutto se si tratta di carne e latticini. Ovviamente questo è solo un consiglio…
  • Cambia dei Dirham (moneta marocchina) in aeroporto. Ti serviranno per pagare l’autista nel caso in cui decidessi di prendere un taxi per raggiungere Marrakech.

MARRAKECH DALL’AEROPORTO AL CENTRO

L’aeroporto dista solo 10 km dalla città ma non è ben collegato al centro di Marrakech.

Il modo migliore per raggiungere il centro della città è prenotare il transfer tramite il Riad. Basta una mail qualche giorno prima per assicurarti di arrivare dritto al Riad senza dover girare per la Medina invano.

Un’altro modo per raggiungere Marrakech dall’aeroporto è in taxi. Ne troverai molti una volta uscito, prima di salire però, assicurati che l’autista conosca la via del tuo Riad.

In alternativa, se hai idea di visitare il Marocco on the road o pianifichi qualche gita fuori porta in autonomia, noleggia una macchina con una compagnia presente in aeroporto. Puoi controllare le tariffe su Rentalcars.

MARRAKECH: DOVE DORMIRE

La scelta di un Riad (anziché di un hotel) è quasi obbligatoria se vorrai viverti a pieno tutta la magia di questa città.

In questo articolo parliamo dei migliori riad della medina di Marrakech e abbiamo inserito tutti i Riad più belli in cui abbiamo alloggiato.

 

MARRAKECH: VOLARE LOW COST

Noi abbiamo volato con Airarabia Maroc, compagnia che collega Marrakech con diverse città italiane. Leggi il nostro articolo sulla tratta Roma-Fes con Airarabia Maroc

Se hai dubbi da chiarire o domande da fare, contattami in posta! Ti aiuterò a progettare il tuo viaggio in Marocco 🙂

I N S H A L L A H

LEGGI l’ITINERARIO DEL VIAGGIO IN MAROCCO

Il profumo caldo e avvolgente dell’ambra. Quello intenso della menta. Quello dolce del gelsomino. Quello fruttato delle arance.E poi quello profondo delle spezieCannellacurcumazenzeropapricazafferano.

Un cielo stellato blu come il velluto. I mosaici verdi, bianchi, azzurri. Le fontane riempite di rose. I labirinti della Medina. I canti dei Muezzin. I tramonti infuocati su Marrakech, la calma imperiale di Fès e lo stupore tra le vie di Chefchaouen.

Benvenuti in Marocco, meravigliosa terra da Le mille e una notte.

LEGGI GLI ALTRI ARTICOLI SUL VIAGGIO IN MAROCCO

ITINERARI DI VIAGGIO

Come si può raccontare la cosa più bella mai vista in tutta la tua vita?

Come si può esprimere a parole una vacanza che non è stata solo una vacanza ma l’esperienza più straordinaria mai vissuta?

Come si fa a descrivere l’immensa magia della giungla, di un mare rosa e della foresta di mangrovie?

Questo è il Messico, un paese incantato, dove la natura esplode in una scala infinita di colori. Un paese in cui non bastano gli occhi per cogliere tutta la bellezza dei suoi luoghi e dove non bastano le parole per raccontarla.


 

 

Gli orizzonti senza fine di Serengeti, i suoni delle notti trascorse nella savana, il cielo infuocato al tramonto, l’immensa bellezza dei baobab, la giraffa che mi ha svegliato nel cuore della notte, la via lattea, la costellazione di South Cross, le iene fuori dalla tenda alle 2 del mattino.

Pumba, i leoni, gli impala, le zebre, gli elefanti e le giraffe.

 

La Tanzania è uno di quei paesi che piacciono tanto a noi, un posto dove la natura regna sovrana e dove l’uomo rimane solo un silenzioso spettatore.


 

 

Più di 5000 km di viaggio fatti in aereo, a piedi, in biciscootertuk tukxe loi, tac ranggiunchesampansleeping busbarche a motoreelefanti e kayak.
Un Vietnam attraversato da nord a sud per poi arrivare fino in Cambogia, davanti agli imponenti templi di Angkor Wat.

Un viaggio più che una vacanza
.

Cos’è stato per noi il Vietnam?
È stato avventura, esplorazione, conoscenza. E libertà. Quella elettrica sensazione che ci accompagna durante ogni viaggio.


 

 

Il profumo caldo e avvolgente dell’ambra. Quello intenso della menta. Quello dolce del gelsomino. Quello fruttato delle arance.E poi quello profondo delle spezieCannellacurcumazenzeropapricazafferano.

Un cielo stellato blu come il velluto. I mosaici verdi, bianchi, azzurri. Le fontane riempite di rose. I labirinti della Medina. I canti dei Muezzin. I tramonti infuocati su Marrakech, la calma imperiale di Fès e lo stupore tra le vie di Chefchaouen.

Benvenuti in Marocco, meravigliosa terra da Le mille e una notte.


 

 

Immaginati di aspettare il sole che sorge davanti all’imponente tempio di Angkor Wat, o di perdere lo sguardo tra le rovine archeologiche all’interno della giungla, di perderti tra i fiumi di acqua sacra dentro le foreste o di tuffarti nelle cascate sulle montagne di Phnom Kulen.

La Cambogia è una delle perle del sud-est asiatico.
Non ancora divorata dal turismo di massa come le vicine Indonesia e Thailandia, conserva ancora quell’autenticità che ti catapulta in un altro tempo.

Quello in Cambogia è un viaggio che ti meraviglierà.


 

 

Le luci della movimentata Bangkok e l’oro dei suoi templi. Il contrasto armonioso tra grattacieli e palafitte, tra tradizione e futuro. Gli odori e i sapori della cucina orientale, i paradisi tropicali delle isole e le rovine archeologiche di antiche città.

Questa è la Thailandia, la terra dei sorrisi, un mondo che entra facilmente nel cuore di chi lo visita.

La ricchezza naturale, storica e culturale di questa terra ha fatto sì che diventasse tra le mete preferite dei viaggiatori. Proprio  qui, in Thailandia, si può trovare tutto ciò che si desidera da una vacanza perfetta.


 

 

Amsterdam è la città delle bici e dei canali, dei fiori e delle case storte.

È una città a misura d’uomo, con tanto verde e dall’aria rilassata. Da sempre una delle mie città preferite, per più di un motivo!

Amsterdam è una città ricca di cose da vedere, a partire dai suoi tre musei più famosi: Van Gogh Museum, dov’è raccolta la più grande collezione di opere d’arte del pittore olandese, il Rijksmuseum dove puoi trovare gran parte della storia dell’arte olandese e la casa di Anna Frank, l’abitazione in cui Anna scrisse il suo famoso diario.

 


 

 

Quest’isola con le sue acque turchesiil sole e il cibo fantastico ci ha stregati fin da subito ed è stata la meta ideale per goderci a pieno una vacanza di mare in modo economico.

La cucina greca fatta di yogurt, miele, formaggi e verdure deliziose, ce l’hanno fatta amare ancora di più.

Un isola paradisiaca, abitata da persone ospitali pronte a darci un consiglio su dove mangiare o su quale spiaggia passare la giornata. Rodi è una meraviglia imperdibile del Mediterraneo.

Pagina FacebookProfilo twitterProfilo InstagramCanale Youtube

Whext Travel Blog

Born Local, Live Global

 

Per info e collaborazioni:
info@whext-travelblog.com

I NOSTRI VIAGGI