COSA VEDERE A RODI: LA SPIAGGIA DI TRAGANOU

Senza una meta precisa, il secondo giorno ci mettiamo in strada con l’intento di fermarci laddove ci avesse suggerito l’istinto. E l’istinto, o meglio la sete, ci porta a fermarci in un chiosco di frutta e succhi freschi.

Il proprietario è un signore di Rodi che coltiva nel proprio orto la frutta che poi rivende ai passanti. Ci racconta dell’isola facendoci assaggiare tutti i suoi frutti. Gli chiediamo consiglio su quale spiaggia andare, possibilmente lontana dai turisti.

È cosi che veniamo a conoscenza della splendida Traganou. Questa spiaggia è una distesa semi deserta di ciottoli bianchi dove il mare prende il colore di tutte le tonalità dal turchese cristallino al blu cobalto. La spiaggia è contornata da alte e bellissime pareti rocciose che cadono a picco sul mare formando delle suggestive grotte naturali.

Tra sonni cullati dal rumore del mare, sole, bagni e passeggiate alla scoperta delle caverne, la giornata trascorre all’insegna del relax. Non c’è molto da fare a Traganou, ma il paesaggio è così bello che merita di essere visto. Rimane, per noi, una delle spiagge più belle di tutta Rodi.

Sicuramente molto meno conosciuta delle famose Anthony Quinn’s Bay e Saint Paul’s Bay, ma la tranquillità e l’assenza di folle ce l’hanno fatta amare molto più delle altre.

Pagina FacebookProfilo twitterProfilo InstagramCanale Youtube

Whext Travel Blog

Born Local, Live Global

Per info e collaborazioni:

info@whext-travelblog.com

I NOSTRI VIAGGI