UNA SETTIMANA IN BRASILE, LO STATO DEL CEARA’

 

 

UNA SETTIMANA IN BRASILE ALLA SCOPERTA DEL CEARA’

 

Il Ceará ci accoglie così, con l‘agua de coco venduta in ogni angolo della strada, oltre 500 km di spiagge infinite davanti all’oceano, una temperatura di 30 gradi e la musica che risuona dalla sera alla mattina.

Non è un caso che sia conosciuta come Terra da Luz, la Terra della Luce. Siamo nel Nordeste del Brasile, pochi gradi sotto la linea dell’equatore e il nostro viaggio alla scoperta di questa regione dove l’estate dura 365 giorni l’anno parte parte dalla sua capitale, Fortaleza.

 

 

COSA FARE E COSA VEDERE A FORTALEZA

Capitale dello stato del Ceará, Fortaleza è la quinta città più grande del Brasile con quasi 3 milioni di abitanti. Con il suo lungomare fiancheggiato da hotel di lusso e grattacieli, Fortaleza è un concentrato di energia e vitalità, storia e cultura.

Se ti trovi a Fortaleza, una visita d’obbligo la merita il Mercado Central, l’enorme struttura storica della città che racchiude al suo interno banchi di artigianato e cibo locale. Da non perdere il banco della frutta fresca di José Maria, proprio all’ingresso del mercato. Piccolo consiglio: prova il succo di siriguela, il frutto tipico del posto!

Altra tappa d’obbligo è il lungomare, sia di giorno che di sera, pieno di bar e locali dove bere acqua di cocco e cocktail a base di lime come la famosa capirinha.

Per quanto riguarda le spiagge, invece, le più meritevoli sono Praia do Futuro e Praia de Iracema, frequentate per lo più dagli abitanti del posto.

Se sei alla ricerca di movida notturna, segnati questi due locali: Croco Beach e Pirata Bar.

Il primo è un complesso balneare che si trova a Praia do Futuro famoso per la sua “Night of the Crab” che si svolge ogni giovedì sera (letteralmente “la notte del granchio”). Si cena a base di granchio e si balla samba fino a notte fonda.

Il secondo invece è famoso per il lunedì sera, definito dal New York Times: “il lunedì più pazzo dell’intero pianeta”. Si tratta di una serata di musica dal vivo dove la gente di Fortaleza si riunisce per bere e ballare fino alla mattina. Senza ombra di dubbio, questa al Pirata è stata la nostra serata più divertente di tutto il viaggio!

UNA SETTIMANA IN BRASILE, LE SPIAGGE PIÙ BELLE DEL CEARÀ

Le spiagge più belle del Ceará, (tolta Jericoacoara che questa volta purtroppo non abbiamo potuto vedere) si trovano a Beribe, che dista da Fortaleza circa un’ora di macchina.

L’incredibile Morro Branco, dove si trova il labirinto delle falesie, e Praia das Fontes, una delle lagune più grandi di tutto lo stato del Cearà sono senza dubbio quelle che ci sono piaciute di più.
Ma torniamo un attimo indietro, cosa sono le falesie? Si tratta di ripide coste rocciose nate dall’azione erosiva del mare. E la bellezza di Morro Branco risiede proprio in queste falesie che virano sul rossastro e fanno da cornice a questa immensa spiaggia di sabbia finissima.

Un’altro punto a favore di Morro Branco? È talmente grande da risultare poco affollata!

Praia das Fontes
, al contrario, è più turistica ma le sue palme, la musica suonata dai bar sulla spiaggia e i baldacchini che vendono l’acqua di cocco gli conferiscono quell’atmosfera brasiliana di festa perenne che è difficile non amare fin da subito.
Il vero punto di forza di questa zona, oltre alle bellissime spiagge, sono le dune. Da visitare tassativamente a bordo delle dune buggy!

Il giro in dune buggy che parte da Praia das Fontes è qualcosa che non puoi perderti, soprattutto perché lungo il tragitto puoi fermarti a fare lo zipline dalle dune. Sulla duna più alta, c’è la possibilità di lanciarsi dentro ad un bacino di acqua (naturale) tramite una tirolesa per soli quattro Real Brasiliani (un euro!).

Il lancio finisce con un tuffo in acqua fresca per poi risalire al punto di partenza con delle macchinine poste sui binari ( la risalita assomiglia molto ad una montagna russa prima della grande discesa).

UNA SETTIMANA IN BRASILE, VIAGGIARE NEL CEARÁ È SICURO?

Durante il nostro viaggio non ci siamo mai sentiti in pericolo né a Fortaleza, né nel resto del Ceará anche se, data l’attuale situazione politica, pochi giorni dopo il nostro rientro ci sono stati dei disordini.

I nostri consigli sono semplici raccomandazioni che seguiremmo in qualsiasi altro paese al mondo: cerca di non viaggiare con indumenti di valore, non ostentare gioielli e orologi costosi, evita di passeggiare sulla spiaggia di notte e non frequentare i quartieri poveri ed isolati. In più, anche se è scontato dirlo, non acquistare droga per nessun motivo.

Il Brasile è un paese difficile da visitare in autonomia, per cui affidarsi ad una guida locale è sicuramente più sicuro.

Se hai bisogno di guida, scrivici e ti metteremo in contatto con Eduardo, guida autorizzata di Fortaleza. Detto questo, prima di ogni viaggio l’informazione è necessaria ma non farti scoraggiare dalle voci o da quello che vedi in televisione.

Viaggiando ci siamo resi conto che il più delle volte le cose non sono così allarmanti come invece spesso ci raccontano…

UNA SETTIMANA IN BRASILE – CONSIGLI UTILI

Ecco qui tutte le informazioni che dovresti sapere prima di partire per il Brasile.

  • Per il momento, non è richiesto un Visto d’ingresso. Serve solo il passaporto con una validità residua di almeno 6 mesi e due pagine libere.
  • Non sono richiesti vaccini per visitare lo stato del Ceará. Sebbene in quasi tutto il Brasile sia obbligatorio quello contro la febbre gialla, qui non è necessario.
  • La moneta locale è il Real Brasiliano che al momento corrisponde a circa 0.23 €. Fortaleza ha molte banche ma ti consigliamo comunque di prelevare una piccola somma al tuo arrivo in aeroporto. Il nostro consiglio è quello di non viaggiare mai con troppi contanti.
  • Nel Ceará, come in tutto il Brasile, è possibile guidare la macchina. Basta avere la patente di guida italiana (valida!), il passaporto e la patente internazionale.
  • Il clima tropicale e l’estate che dura tutto l’anno, concedono al Ceará un clima perfetto per visitare la regione in qualsiasi momento.
  • Non dimenticarti una sciarpa o una felpa. Fa tanto caldo e umido fuori, quanto freddo dentro ai locali!
  • Porta sempre con te una crema sola ad alta protezione.

GUARDA IL VIDEO DELLA SETTIMANA IN BRASILE

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE!

Iscriviti alla Newsletter

Assicurazione di viaggio

Iscriviti alla Newsletter

Assicurazione di viaggio

Iscriviti alla Newsletter

Assicurazione di viaggio

Post recenti

VALLE D’ITRIA: COSA VEDERE IN UNA SETTIMANA

VALLE D’ITRIA: COSA VEDERE IN UNA SETTIMANA

Distese di ulivi su terra rossa, cactus punteggiati di fichi d'india, muri a secco, vigneti che si susseguono a perdita d'occhio, masserie immerse nel silenzio, la magia dei trulli, gli alberi da fico. Siamo arrivati in Puglia, per la precisione nella Valle d'Itria,...

leggi tutto

ITINERARI DI VIAGGIO

La Mulholland Drive percorsa con una Chevrolet Camaro decappottabile al tramonto.

Los Angeles vista dall’alto mentre si tinge di arancio.

Santa Monica con il suo lungomare fatto di gente che corre, in skateboard, in monopattino elettrico e in bici.

I murales che colorano Melrose Avenue, il fascino senza tempo di Hollywood, il pontile di Malibù al tramonto, le ville di Beverly Hills, i diners aperti 24h su 24 che ti danno il benvenuto con la musica ’60.


 

 

Come si può raccontare la cosa più bella mai vista in tutta la tua vita?

Come si può esprimere a parole una vacanza che non è stata solo una vacanza ma l’esperienza più straordinaria mai vissuta?

Come si fa a descrivere l’immensa magia della giungla, di un mare rosa e della foresta di mangrovie?

Questo è il Messico, un paese incantato, dove la natura esplode in una scala infinita di colori. Un paese in cui non bastano gli occhi per cogliere tutta la bellezza dei suoi luoghi e dove non bastano le parole per raccontarla.


 

 

Gli orizzonti senza fine di Serengeti, i suoni delle notti trascorse nella savana, il cielo infuocato al tramonto, l’immensa bellezza dei baobab, la giraffa che mi ha svegliato nel cuore della notte, la via lattea, la costellazione di South Cross, le iene fuori dalla tenda alle 2 del mattino.

Pumba, i leoni, gli impala, le zebre, gli elefanti e le giraffe.

 

La Tanzania è uno di quei paesi che piacciono tanto a noi, un posto dove la natura regna sovrana e dove l’uomo rimane solo un silenzioso spettatore.


 

 

Il Ceará ci accoglie così, con l‘agua de coco venduta in ogni angolo della strada, oltre 500 km di spiagge infinite davanti all’oceano, una temperatura di 30 gradi e la musica che risuona dalla sera alla mattina.

Non è un caso che sia conosciuta come Terra da Luz, la Terra della Luce.

Siamo nel Nordeste del Brasile, pochi gradi sotto la linea dell’equatore e il nostro viaggio alla scoperta di questa regione dove l’estate dura 365 giorni l’anno parte parte dalla sua capitale, Fortaleza.


 

 

Più di 5000 km di viaggio fatti in aereo, a piedi, in biciscootertuk tukxe loi, tac ranggiunchesampansleeping busbarche a motoreelefanti e kayak.
Un Vietnam attraversato da nord a sud per poi arrivare fino in Cambogia, davanti agli imponenti templi di Angkor Wat.

Un viaggio più che una vacanza
.

Cos’è stato per noi il Vietnam?
È stato avventura, esplorazione, conoscenza. E libertà. Quella elettrica sensazione che ci accompagna durante ogni viaggio.


 

 

Il profumo caldo e avvolgente dell’ambra. Quello intenso della menta. Quello dolce del gelsomino. Quello fruttato delle arance.E poi quello profondo delle spezieCannellacurcumazenzeropapricazafferano.

Un cielo stellato blu come il velluto. I mosaici verdi, bianchi, azzurri. Le fontane riempite di rose. I labirinti della Medina. I canti dei Muezzin. I tramonti infuocati su Marrakech, la calma imperiale di Fès e lo stupore tra le vie di Chefchaouen.

Benvenuti in Marocco, meravigliosa terra da Le mille e una notte.


 

 

Immaginati di aspettare il sole che sorge davanti all’imponente tempio di Angkor Wat, o di perdere lo sguardo tra le rovine archeologiche all’interno della giungla, di perderti tra i fiumi di acqua sacra dentro le foreste o di tuffarti nelle cascate sulle montagne di Phnom Kulen.

La Cambogia è una delle perle del sud-est asiatico.
Non ancora divorata dal turismo di massa come le vicine Indonesia e Thailandia, conserva ancora quell’autenticità che ti catapulta in un altro tempo.

Quello in Cambogia è un viaggio che ti meraviglierà.


 

 

Le luci della movimentata Bangkok e l’oro dei suoi templi. Il contrasto armonioso tra grattacieli e palafitte, tra tradizione e futuro. Gli odori e i sapori della cucina orientale, i paradisi tropicali delle isole e le rovine archeologiche di antiche città.

Questa è la Thailandia, la terra dei sorrisi, un mondo che entra facilmente nel cuore di chi lo visita.

La ricchezza naturale, storica e culturale di questa terra ha fatto sì che diventasse tra le mete preferite dei viaggiatori. Proprio  qui, in Thailandia, si può trovare tutto ciò che si desidera da una vacanza perfetta.


 

 

Amsterdam è la città delle bici e dei canali, dei fiori e delle case storte.

È una città a misura d’uomo, con tanto verde e dall’aria rilassata. Da sempre una delle mie città preferite, per più di un motivo!

Amsterdam è una città ricca di cose da vedere, a partire dai suoi tre musei più famosi: Van Gogh Museum, dov’è raccolta la più grande collezione di opere d’arte del pittore olandese, il Rijksmuseum dove puoi trovare gran parte della storia dell’arte olandese e la casa di Anna Frank, l’abitazione in cui Anna scrisse il suo famoso diario.

 


 

 

Quest’isola con le sue acque turchesiil sole e il cibo fantastico ci ha stregati fin da subito ed è stata la meta ideale per goderci a pieno una vacanza di mare in modo economico.

La cucina greca fatta di yogurt, miele, formaggi e verdure deliziose, ce l’hanno fatta amare ancora di più.

Un isola paradisiaca, abitata da persone ospitali pronte a darci un consiglio su dove mangiare o su quale spiaggia passare la giornata. Rodi è una meraviglia imperdibile del Mediterraneo.

WHEXT TRAVEL BLOG

Born Local, Live Global

 

Per info e collaborazioni:
info@whext-travelblog.com