AYUTTHAYA, COME VISITARE I SITI ARCHEOLOGICI DELL’ANTICA CAPITALE

Ayutthaya è’ l’antica capitale della Thailandia. L’insieme dei suoi siti archeologici costituiscono oggi il “Parco Storico di Ayutthaya“, patrimonio dell’umanità riconosciuto dall’Unesco.

Ci sono diversi modi per raggiungerla, il più economico (e anche pittoresco!) è il treno.

Costa circa 70 bath (meno di 2 €) per due ore di viaggio. Il nostro biglietto é quello di 3a classe, coi vagoni stipati di gente, il grasso e la ruggine ad ogni giuntura e con una temperatura talmente alta da togliere quasi il respiro.

Lo so, a raccontarlo sembra un viaggio infernale. Eppure anche se potessi tornare indietro nel tempo, rifarei la stessa scelta. Viaggiare in treno ci ha permesso di immergerci nella quotidianità delle persone del posto, cosa che ricerchiamo in tutti i nostri viaggi.

Un buon modo per visitare tutta Ayutthaya è con la bici ma quando arriviamo in stazione fa così tanto caldo che optiamo per un tuk tuk. 

Il tuk tuk è un taxi su tre ruote molto utilizzato nel Sudest Asiatico, spesso guidato con non troppa prudenza. Ma non si può andare in Thailandia senza provarlo almeno una volta!

Diversi ragazzi, improvvisati taxisti, attendono le persone fuori dalla stazione per accompagnarle in giro per la città.

I siti archeologici da visitare sono tanti ed è difficile vederli tutti in una sola giornata. Per chi ha la possibilità di fermarsi una notte, questa antica capitale merita sicuramente una visita completa.  

Chi invece, come noi, la visita in giornata, è bene che faccia una scelta dei siti da visitare. Una volta decisi, concordiamo con il nostro autista il percorso da fare, la cifra e partiamo!

La prima tappa è Wat Yai Chai Mongkol, con la sua fila di Buddha che indossano il Kesa (abito tipico dei monaci buddisti) e le scale infinite per arrivare in cima al tempio.

È famoso per la statua all’aperto del Buddha sdraiato lunga sette metri. L’arancio e il giallo dei rivestimenti delle statue e dei templi si armonizzano in modo perfetto col blu del cielo. Così come la natura e la cultura di questo luogo.

La seconda tappa è Wat Phra Se Sonphet, quello che fu uno dei templi più sacri di tutta la capitale.

Il terzo complesso visitato è Wat Mahathat, il complesso rinomato per la statua della testa di Buddha incastrata tra le radici di un albero.

Non si sa come la testa della statua sia finita qui, ma il fascino di questo luogo ne ha fatto uno dei più fotografati di tutta l’antica capitale.

L’ultima visita è dedicata al Wat Chaiwatthanaram

È il sito più imponente di Ayutthaya, tanto che il suo nome significa “Tempio del lungo regno e dell’era gloriosa”. 

Per noi è senza dubbio il tempio più bello di tutta Ayutthaya, quello che proprio non si può tralasciare. Quando si arriva davanti all’ingresso, sul prato che circonda tutto il tempio, la maestosità del luogo toglie il respiro.

Camminiamo in lungo e in largo sotto uno dei cieli più caldi di tutta la nostra vita.

Ayutthaya è senza ombra di dubbio una delle cose più sorprendenti che io abbia mai visto. La cultura e la storia di questo posto si respirano in ogni angolo.

Da sola, questa antica capitale, vale tutto il viaggio in Thailandia.

AYUTTHAYA – GALLERIA FOTOGRAFICA

Leggi tutti gli articoli del viaggio in Thailandia

KOH TAO E KOH NANG YUAN, VISITARLE IN UN GIORNO

Koh Tao è una piccola perla situata nel Golfo della Thailandia. Il suo nome significa ” Isola delle tartarughe” ed è molto più selvaggia rispetto alle sue sorelle Koh Samui e Koh Phangan, che distano circa due ore di barca. Il mezzo più veloce per raggiungerla è con...

VISITARE IL PARCO MARINO DI ANG THONG IN UN GIORNO

Il Parco Marino di Ang Thong è un arcipelago formato da 42 isole. Un luogo meraviglioso dalla natura incontaminata che si estende per 102 km, di cui solo 18 costituiti da isole. Si trova a Nord Ovest rispetto a Koh Samui e per raggiungerlo occorrono circa due ore di...

UNA SETTIMANA A KOH SAMUI

Koh Samui è la terza isola più grande della Thailandia e una delle più popolate. A pochi kilometri si trovano le bellissime e più selvagge Koh Phangan e Koh Tao, quest’ultima rinomata per la bellezza dei suoi fondali.

BANGKOK, IL NOSTRO ARRIVO

Questa città un’esplosione di luci. Quelle dei grattacieli, quelle delle strade piene di traffico e quelle che illuminano i templi. E’ notte, ma questa città è viva come se fosse pieno giorno.

ITINERARI DI VIAGGIO

La Mulholland Drive percorsa con una Chevrolet Camaro decappottabile al tramonto.

Los Angeles vista dall’alto mentre si tinge di arancio.

Santa Monica con il suo lungomare fatto di gente che corre, in skateboard, in monopattino elettrico e in bici.

I murales che colorano Melrose Avenue, il fascino senza tempo di Hollywood, il pontile di Malibù al tramonto, le ville di Beverly Hills, i diners aperti 24h su 24 che ti danno il benvenuto con la musica ’60.


 

 

Come si può raccontare la cosa più bella mai vista in tutta la tua vita?

Come si può esprimere a parole una vacanza che non è stata solo una vacanza ma l’esperienza più straordinaria mai vissuta?

Come si fa a descrivere l’immensa magia della giungla, di un mare rosa e della foresta di mangrovie?

Questo è il Messico, un paese incantato, dove la natura esplode in una scala infinita di colori. Un paese in cui non bastano gli occhi per cogliere tutta la bellezza dei suoi luoghi e dove non bastano le parole per raccontarla.


 

 

Gli orizzonti senza fine di Serengeti, i suoni delle notti trascorse nella savana, il cielo infuocato al tramonto, l’immensa bellezza dei baobab, la giraffa che mi ha svegliato nel cuore della notte, la via lattea, la costellazione di South Cross, le iene fuori dalla tenda alle 2 del mattino.

Pumba, i leoni, gli impala, le zebre, gli elefanti e le giraffe.

 

La Tanzania è uno di quei paesi che piacciono tanto a noi, un posto dove la natura regna sovrana e dove l’uomo rimane solo un silenzioso spettatore.


 

 

Il Ceará ci accoglie così, con l‘agua de coco venduta in ogni angolo della strada, oltre 500 km di spiagge infinite davanti all’oceano, una temperatura di 30 gradi e la musica che risuona dalla sera alla mattina.

Non è un caso che sia conosciuta come Terra da Luz, la Terra della Luce.

Siamo nel Nordeste del Brasile, pochi gradi sotto la linea dell’equatore e il nostro viaggio alla scoperta di questa regione dove l’estate dura 365 giorni l’anno parte parte dalla sua capitale, Fortaleza.


 

 

Più di 5000 km di viaggio fatti in aereo, a piedi, in biciscootertuk tukxe loi, tac ranggiunchesampansleeping busbarche a motoreelefanti e kayak.
Un Vietnam attraversato da nord a sud per poi arrivare fino in Cambogia, davanti agli imponenti templi di Angkor Wat.

Un viaggio più che una vacanza
.

Cos’è stato per noi il Vietnam?
È stato avventura, esplorazione, conoscenza. E libertà. Quella elettrica sensazione che ci accompagna durante ogni viaggio.


 

 

Il profumo caldo e avvolgente dell’ambra. Quello intenso della menta. Quello dolce del gelsomino. Quello fruttato delle arance.E poi quello profondo delle spezieCannellacurcumazenzeropapricazafferano.

Un cielo stellato blu come il velluto. I mosaici verdi, bianchi, azzurri. Le fontane riempite di rose. I labirinti della Medina. I canti dei Muezzin. I tramonti infuocati su Marrakech, la calma imperiale di Fès e lo stupore tra le vie di Chefchaouen.

Benvenuti in Marocco, meravigliosa terra da Le mille e una notte.


 

 

Immaginati di aspettare il sole che sorge davanti all’imponente tempio di Angkor Wat, o di perdere lo sguardo tra le rovine archeologiche all’interno della giungla, di perderti tra i fiumi di acqua sacra dentro le foreste o di tuffarti nelle cascate sulle montagne di Phnom Kulen.

La Cambogia è una delle perle del sud-est asiatico.
Non ancora divorata dal turismo di massa come le vicine Indonesia e Thailandia, conserva ancora quell’autenticità che ti catapulta in un altro tempo.

Quello in Cambogia è un viaggio che ti meraviglierà.


 

 

Le luci della movimentata Bangkok e l’oro dei suoi templi. Il contrasto armonioso tra grattacieli e palafitte, tra tradizione e futuro. Gli odori e i sapori della cucina orientale, i paradisi tropicali delle isole e le rovine archeologiche di antiche città.

Questa è la Thailandia, la terra dei sorrisi, un mondo che entra facilmente nel cuore di chi lo visita.

La ricchezza naturale, storica e culturale di questa terra ha fatto sì che diventasse tra le mete preferite dei viaggiatori. Proprio  qui, in Thailandia, si può trovare tutto ciò che si desidera da una vacanza perfetta.


 

 

Amsterdam è la città delle bici e dei canali, dei fiori e delle case storte.

È una città a misura d’uomo, con tanto verde e dall’aria rilassata. Da sempre una delle mie città preferite, per più di un motivo!

Amsterdam è una città ricca di cose da vedere, a partire dai suoi tre musei più famosi: Van Gogh Museum, dov’è raccolta la più grande collezione di opere d’arte del pittore olandese, il Rijksmuseum dove puoi trovare gran parte della storia dell’arte olandese e la casa di Anna Frank, l’abitazione in cui Anna scrisse il suo famoso diario.

 


 

 

Quest’isola con le sue acque turchesiil sole e il cibo fantastico ci ha stregati fin da subito ed è stata la meta ideale per goderci a pieno una vacanza di mare in modo economico.

La cucina greca fatta di yogurt, miele, formaggi e verdure deliziose, ce l’hanno fatta amare ancora di più.

Un isola paradisiaca, abitata da persone ospitali pronte a darci un consiglio su dove mangiare o su quale spiaggia passare la giornata. Rodi è una meraviglia imperdibile del Mediterraneo.

Pagina FacebookProfilo twitterProfilo InstagramCanale Youtube

WHEXT TRAVEL BLOG

Born Local, Live Global

 

Per info e collaborazioni:
info@whext-travelblog.com