I TEMPLI DI BANGKOK: QUALI VEDERE

Il terzo giorno del nostro soggiorno a Bangkok, ci dedichiamo al tour dei templi.

La nostra scelta cade sui templi Wat TrimitrWat Suthat e Wat Pho.

Il primo è situato nella Chinatown di Bangkok, a Yaowarat, vicino alla stazione centrale di Hualamphong.

All’interno del tempio è custodito il Buddha d’oro. Si tratta della statua in oro massiccio più grande del mondo (oltre 5 tonnellate e alta 3 metri) e tra i tesori più preziosi dell’intera Thailandia e del buddhismo

Gli altri due templi si trovano invece nel centro di Bangkok, rinchiusi nel medesimo complesso.

Il primo, Wat Suthat, è il tempio famoso per il loggiato che ospita la sequenza dei Buddha seduti uno accanto all’altro.

Trovare la giusta prospettiva per fotografarli tutti non è cosa semplice.

Il secondo, Wat Pho, è un complesso di edifici ed è conosciuto anche come il Tempio del Buddha sdraiato, il colosso lungo 46 metri e alto 15.  

Una piccola curiosità: è qui che è nata la prima scuola di massaggi thai!

La spiritualità che aleggia in ogni tempio rende il posto un mondo a sé stante.

Ogni sito religioso è molto suggestivo e lontano dalla modernità della capitale thailandese.

Nel pomeriggio visitiamo Bangkok in lungo e in largo. Sia a piedi che con la long tail boat.

Queste barchette navigano lungo il fiume Chao Praya attraversando la città. È proprio da qui, dal fiume, che si riesce a vedere il lato nascosto di questa metropoli.

Bangkok non è fatta solo di grattacieli e di hotel a 5 stelle ma anche di palafitte a pelo d’acqua e di povertà.

Un prospetto in netto contrasto con il lusso e la sfarzosità che colpiscono al primo istante.