VALLE D’ITRIA: COSA VEDERE IN UNA SETTIMANA

Distese di ulivi su terra rossa, cactus punteggiati di fichi d’india, muri a secco, vigneti che si susseguono a perdita d’occhio, masserie immerse nel silenzio, la magia dei trulli, gli alberi da fico.

Siamo arrivati in Puglia, per la precisione nella Valle d’Itria, accolti da questo panorama che urla MEDITERRANEO in ogni suo angolo.

Negli anni abbiamo avuto modo di visitare questa regione, per noi tra le più belle d’Italia, in lungo e in largo.

Difficile decidere quale sia la zona più bella ma sicuramente un posto sul podio è occupato dalla Valle d’Itria.

Come dicono sempre su Inchiostro di Puglia… la Puglia è uno stato d’animo.
Non è solo mare cristallino, la magia delle piccole cittadine bianco ottico e cibo sublime.

Questa regione è anche e soprattutto il suo popolo gentile, quello sempre pronto ad accoglierti a braccia aperte, a farti scoprire le meraviglie della terra in cui abita.
È il senso di appartenenza vero, viscerale. Quello che però non porta mai a sentirti superiore rispetto agli altri.

La Puglia è casa, anche se di fatto casa tua si trova a 800 km di distanza!

In questo articolo ti racconteremo la Valle d’Itria e troverai le informazioni su dove dormire, cosa mangiare, quali cittadine visitare e dove andare in spiaggia ad agosto per evitare le grandi folle.

Valle d’Itria, cosa vedere

La Valle d’Itria è una vallata sospesa nel tempo tra Bari, Brindisi e Taranto e coincide con la parte meridionale dell’altopiano delle Murge, conosciuto anche come la la valle dei trulli.

È qui infatti che si concentrano i trulli, le famose abitazioni tradizionali in pietra a forma di cono.

Le bellezze naturali e architettoniche combinate alle infinite delizie enogastronomiche, hanno reso la Valle d’Itria una delle parti d’Italia più visitate dai turisti nazionali ed internazionali.

Soggiornare nella Valle d’Itria risulta perfetto se vuoi alternare le giornate di mare alla scoperta dei tanti bellissimi borghi presenti in questa zona come Locorotondo e Alberobello.

In più, questa zona è molto fresca per cui è l’ideale per tirare un sospiro di sollievo durante i mesi più caldi.

Negli anni  abbiamo visitato tutti i piccoli comuni della Valle d’Itria e questi sono quelli che ti raccomandiamo caldamente.

Ostuni

Conosciuta come “la città bianca del Salento”, Ostuni è talmente bella che non richiede particolari presentazioni.

Arroccata su tre colli e circondata dalle verdi distese di ulivi, il colpo d’occhio appena si arriva da fuori è più che immediato. Così come l’innamoramento per questo borgo.

Il suo centro storico è un susseguirsi di vicoli, scale, ristorantini all’aperto di cibo locale e negozi.

Nonostante il turismo sia piuttosto presente, Ostuni conserva quell’ordine e quella pulizia difficili da ritrovare in altre città turistiche.

Alberobello

La capitale dei trulli è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco nel 1996 per la sua particolarità architettonica.

Il centro storico infatti è costituito quasi interamente dai trulli, le tipiche costruzioni in pietra bianca con i tetti conici grigio scuro.

Proprio per la sua rara bellezza e la sua particolarità, Alberobello è stata pesantemente presa di mira dal turismo negli ultimi anni. E come succede in ogni città presa d’assalto, è stata rovinata dai negozi di souvenir e dalle attività turistiche.

Alberobello però merita ugualmente una visita perché difficilmente potrai visitare un borgo così caratteristico e pieno di magia.

Locorotondo

Locorotondo più che un paese è un vero e proprio gioiello

Famoso per il suo centro storico a forma circolare, Locorotondo merita una visita per tanti motivi, tra cui il suo labirinto di vicoli bianchi addobbati da piante e fiori e le sue abitazioni con tetti aguzzi (chiamati cummerse).

Dove mangiare a Locorotondo

Noi abbiamo cenato a U Curdunn, uno splendido locale proprio nel cuore del paese.

Martina Franca

Famosa per i suoi edifici barocchi, questa cittadina trecentesca sorge nel centro della Valle d’Itria ed è in provincia di Taranto.

Forse una delle meno conosciute di questa vallata, ma sicuramente una delle più belle.

Concediti una bella passeggiata serale alla scoperta del suo centro storico e fermati a mangiare da Nausikaa!

Cisternino

Non te ne andare dalla Valle d’Itria senza prima una cena a base di carne a Cisternino!

Dimentica i ristoranti, perché qui regnano le macellerie.
Tutto quello che devi fare è scegliere al bancone la carne che vuoi mangiare, dopodiché questa verrà cotta sulla griglia posta fuori dal negozio.

Attenderai la cena sorseggiando un buon vino locale e chiacchierando con le persone del posto, in questo borgo dove si respira un’aria del passato.

Da provare assolutamente: le bombette (involtini di carne di maiale ripieni di formaggio, sale e pepe) e la salsiccia locale.

Monopoli

Nonostante le tante visite in Puglia, questa è stata la prima volta a Monopoli sia per me che per Francesco.

Perché non l’abbiamo mai visitata prima? Ce lo stiamo chiedendo anche noi.

Questa piccola cittadina in provincia di Bari è una delizia architettonica con un centro storico ricco d’arte e un litorale bagnato da acque incredibilmente cristalline.

Valle d’Itria, dove dormire

Qui la parola d’ordine è una sola: MASSERIA.

La masseria è una costruzione tipica del sud Italia, specialmente della Puglia, che in passato è stata un’azienda agricola e che oggi è dedicata agli alloggi.

Puoi optare per una masseria lussuosa come questa…

Oppure per una bellissima e autentica come quella in cui abbiamo alloggiato, La Piccola Masseria.

La Piccola Masseria si trova tra Ostuni e Cisternino, è a conduzione familiare ed è immersa nella pace più assoluta, tra fichi, cactus e ulivi.
È composta da monolocali (quasi tutti soppalcati) dotati di cucina e bagno privato.

Ogni monolocale ha un piccolo spazio davanti con tavolo, sedie e ombrellone dove far colazione (noi ci fermavamo sempre al forno la sera prima per poter avere dolci e biscotti pronti la mattina dopo).
La cucina è dotata di tutti gli utensili, compresa la Moka e il caffe locale.

Svegliarsi circondati dal silenzio e da questi paesaggi non può che farti iniziare bene la giornata.

Enza, la proprietaria, ti farà sentire come a casa offrendoti i prodotti dell’orto e consigliandoti su cosa visitare.
Il lunedì sera, insieme alla madre, cucina i prodotti tipici della zona offrendo la cena a tutti gli ospiti della masseria…se non è ospitalità questa!

La Piccola Masseria si trova in un punto strategico, a soli 20 minuti dalla spiaggia e vicino a tutti i piccoli borghi sopra citati.

Di sera diventa, se possibile, ancora più bella perché la scarsa illuminazione del posto permette di vedere il cielo stellato in tutto il suo splendore.

Dai un’occhiata alle offerte de La Piccola Masseria su Booking!

SALENTO IN AGOSTO, LE SPIAGGE MENO AFFOLLATE

In agosto andare in spiaggia nel Salento può risultare non troppo piacevole per chi, come noi, non ama i posti troppo affollati.

La Puglia in generale ma sopratutto questa zona, viene infatti presa d’assalto dai turisti e specialmente nel weekend trovare posto anche solo per stendere un telo può risultare un’impresa.

Come in ogni luogo però, esistono dei posticini un po’ meno conosciuti che ti permettono di tirare un respiro di sollievo.

E questi posticini si trovano in provincia di Taranto.

Non tutti sanno infatti che il Salento non è solo la meravigliosa Lecce, ma include anche parte di Taranto e Brindisi.

Le spiagge a Marina di Lizzano distano meno di un’ora da Punta Prosciutto, hanno la stessa acqua turchese e cristallina ma un terzo dei turisti!

Ti consiglio anche Marina di Pulsano (sopratutto Lido Silvana), Campomarino e Leporano Marina.

Tutte spiagge meravigliose frequentate per lo più dai tarantini! Si, perché il bello di Taranto è che nonostante la sua bellezza, rimane ancora lontana dal turismo di massa.

ASSICURAZIONE DI VIAGGIO 

Ultima cosa, ma non per importanza, l’assicurazione!  Io e Francesco partiamo sempre con Columbus Assicurazioni e in questo articolo ti spieghiamo come mai. Prenota attraverso il preventivatore che trovi qui sotto per ottenere subito un 10% di sconto sul totale!

Iscriviti alla Newsletter

Assicurazione di viaggio

Iscriviti alla Newsletter

Assicurazione di viaggio

Iscriviti alla Newsletter

Assicurazione di viaggio

Iscriviti alla Newsletter

Assicurazione di viaggio

Iscriviti alla Newsletter

Assicurazione di viaggio

Iscriviti alla Newsletter

Assicurazione di viaggio

Iscriviti alla Newsletter

Assicurazione di viaggio

ITINERARI DI VIAGGIO

La Mulholland Drive percorsa con una Chevrolet Camaro decappottabile al tramonto.

Los Angeles vista dall’alto mentre si tinge di arancio.

Santa Monica con il suo lungomare fatto di gente che corre, in skateboard, in monopattino elettrico e in bici.

I murales che colorano Melrose Avenue, il fascino senza tempo di Hollywood, il pontile di Malibù al tramonto, le ville di Beverly Hills, i diners aperti 24h su 24 che ti danno il benvenuto con la musica ’60.


 

 

Come si può raccontare la cosa più bella mai vista in tutta la tua vita?

Come si può esprimere a parole una vacanza che non è stata solo una vacanza ma l’esperienza più straordinaria mai vissuta?

Come si fa a descrivere l’immensa magia della giungla, di un mare rosa e della foresta di mangrovie?

Questo è il Messico, un paese incantato, dove la natura esplode in una scala infinita di colori. Un paese in cui non bastano gli occhi per cogliere tutta la bellezza dei suoi luoghi e dove non bastano le parole per raccontarla.


 

 

Gli orizzonti senza fine di Serengeti, i suoni delle notti trascorse nella savana, il cielo infuocato al tramonto, l’immensa bellezza dei baobab, la giraffa che mi ha svegliato nel cuore della notte, la via lattea, la costellazione di South Cross, le iene fuori dalla tenda alle 2 del mattino.

Pumba, i leoni, gli impala, le zebre, gli elefanti e le giraffe.

 

La Tanzania è uno di quei paesi che piacciono tanto a noi, un posto dove la natura regna sovrana e dove l’uomo rimane solo un silenzioso spettatore.


 

 

Il Ceará ci accoglie così, con l‘agua de coco venduta in ogni angolo della strada, oltre 500 km di spiagge infinite davanti all’oceano, una temperatura di 30 gradi e la musica che risuona dalla sera alla mattina.

Non è un caso che sia conosciuta come Terra da Luz, la Terra della Luce.

Siamo nel Nordeste del Brasile, pochi gradi sotto la linea dell’equatore e il nostro viaggio alla scoperta di questa regione dove l’estate dura 365 giorni l’anno parte parte dalla sua capitale, Fortaleza.


 

 

Più di 5000 km di viaggio fatti in aereo, a piedi, in biciscootertuk tukxe loi, tac ranggiunchesampansleeping busbarche a motoreelefanti e kayak.
Un Vietnam attraversato da nord a sud per poi arrivare fino in Cambogia, davanti agli imponenti templi di Angkor Wat.

Un viaggio più che una vacanza
.

Cos’è stato per noi il Vietnam?
È stato avventura, esplorazione, conoscenza. E libertà. Quella elettrica sensazione che ci accompagna durante ogni viaggio.


 

 

Il profumo caldo e avvolgente dell’ambra. Quello intenso della menta. Quello dolce del gelsomino. Quello fruttato delle arance.E poi quello profondo delle spezieCannellacurcumazenzeropapricazafferano.

Un cielo stellato blu come il velluto. I mosaici verdi, bianchi, azzurri. Le fontane riempite di rose. I labirinti della Medina. I canti dei Muezzin. I tramonti infuocati su Marrakech, la calma imperiale di Fès e lo stupore tra le vie di Chefchaouen.

Benvenuti in Marocco, meravigliosa terra da Le mille e una notte.


 

 

Immaginati di aspettare il sole che sorge davanti all’imponente tempio di Angkor Wat, o di perdere lo sguardo tra le rovine archeologiche all’interno della giungla, di perderti tra i fiumi di acqua sacra dentro le foreste o di tuffarti nelle cascate sulle montagne di Phnom Kulen.

La Cambogia è una delle perle del sud-est asiatico.
Non ancora divorata dal turismo di massa come le vicine Indonesia e Thailandia, conserva ancora quell’autenticità che ti catapulta in un altro tempo.

Quello in Cambogia è un viaggio che ti meraviglierà.


 

 

Le luci della movimentata Bangkok e l’oro dei suoi templi. Il contrasto armonioso tra grattacieli e palafitte, tra tradizione e futuro. Gli odori e i sapori della cucina orientale, i paradisi tropicali delle isole e le rovine archeologiche di antiche città.

Questa è la Thailandia, la terra dei sorrisi, un mondo che entra facilmente nel cuore di chi lo visita.

La ricchezza naturale, storica e culturale di questa terra ha fatto sì che diventasse tra le mete preferite dei viaggiatori. Proprio  qui, in Thailandia, si può trovare tutto ciò che si desidera da una vacanza perfetta.


 

 

Amsterdam è la città delle bici e dei canali, dei fiori e delle case storte.

È una città a misura d’uomo, con tanto verde e dall’aria rilassata. Da sempre una delle mie città preferite, per più di un motivo!

Amsterdam è una città ricca di cose da vedere, a partire dai suoi tre musei più famosi: Van Gogh Museum, dov’è raccolta la più grande collezione di opere d’arte del pittore olandese, il Rijksmuseum dove puoi trovare gran parte della storia dell’arte olandese e la casa di Anna Frank, l’abitazione in cui Anna scrisse il suo famoso diario.

 


 

 

Quest’isola con le sue acque turchesiil sole e il cibo fantastico ci ha stregati fin da subito ed è stata la meta ideale per goderci a pieno una vacanza di mare in modo economico.

La cucina greca fatta di yogurt, miele, formaggi e verdure deliziose, ce l’hanno fatta amare ancora di più.

Un isola paradisiaca, abitata da persone ospitali pronte a darci un consiglio su dove mangiare o su quale spiaggia passare la giornata. Rodi è una meraviglia imperdibile del Mediterraneo.

WHEXT TRAVEL BLOG

Born Local, Live Global

 

Per info e collaborazioni:
info@whext-travelblog.com