DAMNOEN SADUAK, IL MERCATO FLOTTANTE VICINO BANGKOK

La dura sveglia delle 6:00 viene ampiamente ripagata dalla colazione a buffet del Lumpini. In questa stanza c’è di tutto. Dai cornetti caldi al sushi!

La partenza è alle 7:00 dall’hotel con la nostra guida ed un pulmino che ricrea la temperatura dell’Antartico. (NB= non dimenticarsi mai la sciarpa in hotel).

Il viaggio dura quasi due ore, con tappa intermedia alle bancarelle di lavorazione del cocco ai margini della foresta.

Ci sono due modi per raggiungere il mercato flottante: via strada o via fiume.

Nel primo caso l’autobus porta direttamente nel cuore del mercato.

Nel secondo caso, molto più caratteristico, l’autobus ferma lungo un fiume da cui partono le long tail boat e si raggiunge il mercato navigando. Queste barche, attraversando una fitta reti di canali, mostrano uno spaccato della cultura thailandese impossibile da vedere via terra.

Un luogo incredibile fatto di palafitte e piccoli villaggi di agricoltori immersi nella natura. 

Un paesaggio del tutto diverso dalla caotica Bangkok.

Quando arriviamo a Damnoen Saduak è tutto un esplosione di colori e di odori!

Sembra di vedere dal vivo quelle tipiche immagini thailandesi fatte di canali pieni di barche lunghe colme di frutti tropicali.

Questo mercato è il più famoso e quindi anche quello più affollato. Arrivare presto la mattina è un must.

Passiamo la prima mezzora a comprare frutti tropicali mai assaggiati né visti: i mangosteen (diventati da subito il mio frutto thai preferito), lytcheesdragon fruitguava banane mignon. 

E il cocco? Non è il solito frutto duro mangiato sulle nostre spiagge ma una polpa tenerissima che si mangia con il cucchiaio. Inoltre il suo latte è una delle bevande più dissetanti per combattere il caldo torrido thailandese.

Un’altra cosa da assaggiare sono le banane fritte e i pancake al cocco!

Allontanandosi leggermente dai canali si entra in un mercato a tutti gli effetti, dove le bancarelle di cibo si affiancano a quelle di vestiti e souvenir.

Qui perdere Francesco è una delle cose più semplici del mondo…

Damnoen Saduak con le sue long tail boat e i frutti esotici non la dimenticherò mai, resta tutt’oggi uno dei ricordi più belli che ho della mia vacanza in Thailandia.  

E non solo per la bellezza del luogo, ma anche per l’incontro con l’animale più tenero del mondo: un baby lemure!

Pagina FacebookProfilo twitterProfilo InstagramCanale Youtube

Whext Travel Blog

Born Local, Live Global

Per info e collaborazioni:

info@whext-travelblog.com

I NOSTRI VIAGGI