TULUM, MESSICO: COSA FARE E VEDERE

TULUM, LA PERLA DEL QUINTANA ROO

 

Qui naturastoriaspiagge bianche e acque cristalline s’incrociano dando vita alla meta perfetta.

Tulum è una piccola città situata sulla costa caraibica, nella parte più a sud della rinomata Riviera Maya. A differenza di Playa del Carmen e Cancun però, riesce ancora a conservare dei tratti caratteristici del Messico. Per fortuna il turismo non l’ha ancora “rovinata”.

Il nostro hotel è il CalaLuna, una piccola eco-struttura fatta prevalentemente in legno e palapa nel pieno rispetto della natura che la circonda.

Il Calaluna si affaccia direttamente sul mare ed è gestito da uno staff sempre sorridente e pronto a consigliarti tutto ciò che di più bello e meno conosciuto c’è in zona.

Si trova in una posizione ottimale, proprio all’inizio della zona “hotelera” ossia la strada che costeggia il mare su cui sono stati costruiti gli alberghi.

Ma la parte migliore di questo soggiorno sapete cos’è?

La colazione sul mare! Svegliarsi la mattina, scendere in infradito sulla spiaggia e mangiare con questa vista…

TULUM: VISITARE LE ROVINE MAYA A PICCO SUL MARE

 

Tulum le cose da fare e da vedere sono tante, forse troppe. E il tempo non basta mai.

Una delle tappe obbligatorie sono le rovine archeologiche Maya di Tulum, dalle quali la città prende il nome.

La bellezza e la magia del luogo sono date dalla particolare posizione di questo complesso. Si tratta infatti delle uniche rovine, in tutto il Messico, ad essere sulla costa. Proprio a picco sul mare!

Il fascino di Tulum ti rapisce non appena entri all’ingresso.

Prati di verde intensopalme e altre piante tropicali incorniciano le rovine in modo esemplare. Il tutto coronato dal rumore delle onde e dalle spiagge bianchissime non appena guardi giù dagli scogli!

TULUM, NON SOLO LE ROVINE MAYA, PLAYA PARAISO

 

La bellezza di Tulum è un fattore costante e non puoi passare da un luogo all’altro senza incontrare qualcosa che ti lasci a bocca aperta.

Subito fuori il complesso archeologico infatti, si trova Playa Paraiso. Servono parole per descrivere il posto?

No. Il nome dice già tutto da sé!

Una distesa di sabbia bianca delimitata dalle palme e da uno dei mari più azzurri mai visti (e sicuramente il più caldo!). E pensare che il giorno in cui siamo stati a Playa Paraiso il mare era mosso e il cielo nuvoloso…

L’esplosione di colori intorno a noi, tra cielo e mare, è eccezionale.

Consiglio: se capitate in questa spiaggia, non lasciatevi scappare lo snorkeling nella barriera corallina.

Vi ritroverete a nuotare insieme alle tartarughe marine e alle razze

TULUM: LA RISERVA DELLA BIOSFERA DI SIAN KA’AN

 

Proseguendo sulla strada che costeggia il mare, si arriva diretti in uno dei luoghi più belli e incontaminati di tutta la penisola dello Yucatan: la Riserva della Biosfera di Sian Ka’an.

Questo parco nazionale dalla ricchezza ineguagliabile è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dell’UNESCO nel 1987.

Parte della riserva si trova sulla terra ferma ed è raggiungibile da Tulum percorrendo circa un’ora di macchina all’interno della giungla (se si vuole raggiungere in autonomia senza visite guidate).

L’altra parte invece è composta dal mare dei Caraibi dove si trova la seconda barriera corallina più grande al mondo.

Per capire la bellezza autentica di Sian Ka’an (il cui nome significa “dove è nato il cielo”) bisogna trovarsi sul posto.

Davanti alle sue spiagge bianche come la farina, alle lagune cristalline e ai corsi d’acqua pieni di mangrovie. Qui, immersi nelle meraviglie naturali della più grande area protetta dei Caraibi, non si può che rimanere in silenzio, sopraffatti dal posto più suggestivo di tutta la costa.

Crediamo fortemente nell’ecoturismo e nel totale rispetto per le usanze e le tradizioni locali, ovunque andiamo. Sosteniamo solo le realtà locali, profondamente convinti che sia il modo migliore per entrare a contatto con i mondi che visitiamo. Ricerchiamo sempre tour privati promossi dalle persone del posto. Evitiamo tutte le organizzazioni turistiche che tolgono la particolarità dei luoghi.

Così facendo, incentiviamo le attività che mirano a proteggere la natura del posto scoprendo spesso paradisi insoliti lontani dal turismo di massa

CONSIGLI PER VISITARE TULUM

  • A Tulum si può alloggiare in paese, oppure nella zona “hotelera” dove gli hotel sono direttamente sulla spiaggia. Inutile dire che consigliamo la seconda opzione. Primo perché svegliarsi con il rumore del mare e fare colazione direttamente sulla spiaggia non ha prezzo. Secondo, la zona “hotelera” è in posizione strategica rispetto alle rovine MayaPlaya Paraiso e la Riserva della Biosfera di Sian Kaan.
  • Per dormire, consigliamo caldamente l’eco-hotel CalalunaLe strutture sono realizzate quasi interamente in legno e palapa mentre l’energia prodotta proviene dai pannelli solari (per cui non è possibile usare apparecchi elettrici ad alto consumo).  Le camere sono sprovviste di frigorifero, asciugacapelli (potrete usare il vostro) e aria condizionata ma la filosofia dello staff di questo piccolo hotel, di vivere nel pieno rispetto della natura, vi conquisterà. Inoltre c’è un ottimo rapporto tra qualità e prezzo! Hotel Calaluna su booking
  • Tulum si trova in una posizione strategica per visitare le rovine Maya sul mare, la Riserva della Biosfera di Sian Ka’an, le rovine di Coba nella giungla, vari cenotes (tra cui Zacil-Ha, il nostro preferito) e, per chi non si stanca di guidare, la Laguna di Bacalar (conosciuta anche come la Laguna dai sette colori). Il modo milgiore per spostarsi, è noleggiare una macchina su Rentalcars. La benzina costa meno di 1 Euro al litro e le strade sono bellissime. Noi abbiamo preso la nostra su Rentalcars che offre ottime offerte di noleggio.
  • Il sito archeologico maya di Tulum è uno dei più visitati di tutto il Messico quindi, per evitare di visitare il parco con la folla, si consiglia di arrivare per le 8:00, l’orario di apertura.
  • Uno dei simboli del Messico sono i teschi dipinti. Per le vie di Tulum sono tanti in negozi che li propongono in tutti i colori. Cercate gli artigiani e fatevene fare uno personalizzato!

DOVE MANGIARE A TULUM

EL CAPITAN

Questo ristorante sulla via principale che collega il paese di Tulum alla zona hotelera offre tutte le specialità di mare tipiche dei Caraibi come le aragostegamberi e altri piatti a base di pesce. Il menu offre inoltre tutti i piatti tipici messicani dai tacos alle fajitas, dalle quesadillas ai nachos. Il rapporto qualità prezzo è ottimo. Da provare i nachos con queso (formaggio).

LA CHIAPANECA

Se state cercando un tipico ristorante messicano frequentato solo dalle persone del posto, La Chiapaneca fa al caso vostro! Questo piccolo locale all’aperto offre tutte le specialità messicane a prezzi incredibilmente bassi (proprio perchè non è turistico). Si tratta di un posto molto alla buona ma con cibo di grande qualità!

EL PEZ NATIVO

Gestito da Maurizio, un ragazzo toscano trasferitosi a Tulum qualche anno fa, El Pez Nativo è un ristorante di pesce nel centro del paese. Ogni giorno viene cucinato solo ciò che viene pescato in giornata. Noi abbiamo preso la (rara) cicala di mare e un’aragosta e non esageriamo nel dire che è stata la miglior cena a base di pesce mai provata!

INFORMAZIONI UTILI SU TULUM

Le rovina Maya di Tulum sono aperte tutti i giorni dalle ore 8:00 alle ore 17:00

Il biglietto di ingresso costa 70 Pesos Messicani (circa 4 Euro). Per chi (come noi!) ha la GoPro, c’è una maggiorazione sul prezzo d’ingresso ma tranquilli, si tratta di pochi Euro.

Queste sono le distanze da Tulum ai principali punti dello Yucatan e Quintana Roo

(Spesso ad incidere sulla durata del percorso non sono i km ma le tipologie di strade da percorrere)

Laguna Bacalar: 211 km, 2h e 20 minuti di viaggio

Coba: 47 km, circa 40 minuti di viaggio

Valladolid: 102 km, 1h e mezzo di viaggio

Merida: 259 km, quasi 3h di viaggio

Cancun: 131 km, 1h e 40 minuti di viaggio

Playa del Carmen: 65 km, 50 minuti di viaggio

Rio Lagartos: 206 km, 2h e mezzo di viaggio

TULUM – GALLERIA FOTOGRAFICA

LEGGI l’ITINERARIO DEL VIAGGIO IN MESSICO

Come si può raccontare la cosa più bella mai vista in tutta la tua vita?

Come si può esprimere a parole una vacanza che non è stata solo una vacanza ma l’esperienza più straordinaria mai vissuta?

Come si fa a descrivere l’immensa magia della giungla, di un mare rosa e della foresta di mangrovie?

Questo è il Messico, un paese incantato, dove la natura esplode in una scala infinita di colori. Un paese in cui non bastano gli occhi per cogliere tutta la bellezza dei suoi luoghi e dove non bastano le parole per raccontarla.

LEGGI GLI ALTRI ARTICOLI SUL VIAGGIO IN MESSICO

ITINERARI DI VIAGGIO

La Mulholland Drive percorsa con una Chevrolet Camaro decappottabile al tramonto.

Los Angeles vista dall’alto mentre si tinge di arancio.

Santa Monica con il suo lungomare fatto di gente che corre, in skateboard, in monopattino elettrico e in bici.

I murales che colorano Melrose Avenue, il fascino senza tempo di Hollywood, il pontile di Malibù al tramonto, le ville di Beverly Hills, i diners aperti 24h su 24 che ti danno il benvenuto con la musica ’60.


 

 

Come si può raccontare la cosa più bella mai vista in tutta la tua vita?

Come si può esprimere a parole una vacanza che non è stata solo una vacanza ma l’esperienza più straordinaria mai vissuta?

Come si fa a descrivere l’immensa magia della giungla, di un mare rosa e della foresta di mangrovie?

Questo è il Messico, un paese incantato, dove la natura esplode in una scala infinita di colori. Un paese in cui non bastano gli occhi per cogliere tutta la bellezza dei suoi luoghi e dove non bastano le parole per raccontarla.


 

 

Gli orizzonti senza fine di Serengeti, i suoni delle notti trascorse nella savana, il cielo infuocato al tramonto, l’immensa bellezza dei baobab, la giraffa che mi ha svegliato nel cuore della notte, la via lattea, la costellazione di South Cross, le iene fuori dalla tenda alle 2 del mattino.

Pumba, i leoni, gli impala, le zebre, gli elefanti e le giraffe.

 

La Tanzania è uno di quei paesi che piacciono tanto a noi, un posto dove la natura regna sovrana e dove l’uomo rimane solo un silenzioso spettatore.


 

 

Il Ceará ci accoglie così, con l‘agua de coco venduta in ogni angolo della strada, oltre 500 km di spiagge infinite davanti all’oceano, una temperatura di 30 gradi e la musica che risuona dalla sera alla mattina.

Non è un caso che sia conosciuta come Terra da Luz, la Terra della Luce.

Siamo nel Nordeste del Brasile, pochi gradi sotto la linea dell’equatore e il nostro viaggio alla scoperta di questa regione dove l’estate dura 365 giorni l’anno parte parte dalla sua capitale, Fortaleza.


 

 

Più di 5000 km di viaggio fatti in aereo, a piedi, in biciscootertuk tukxe loi, tac ranggiunchesampansleeping busbarche a motoreelefanti e kayak.
Un Vietnam attraversato da nord a sud per poi arrivare fino in Cambogia, davanti agli imponenti templi di Angkor Wat.

Un viaggio più che una vacanza
.

Cos’è stato per noi il Vietnam?
È stato avventura, esplorazione, conoscenza. E libertà. Quella elettrica sensazione che ci accompagna durante ogni viaggio.


 

 

Il profumo caldo e avvolgente dell’ambra. Quello intenso della menta. Quello dolce del gelsomino. Quello fruttato delle arance.E poi quello profondo delle spezieCannellacurcumazenzeropapricazafferano.

Un cielo stellato blu come il velluto. I mosaici verdi, bianchi, azzurri. Le fontane riempite di rose. I labirinti della Medina. I canti dei Muezzin. I tramonti infuocati su Marrakech, la calma imperiale di Fès e lo stupore tra le vie di Chefchaouen.

Benvenuti in Marocco, meravigliosa terra da Le mille e una notte.


 

 

Immaginati di aspettare il sole che sorge davanti all’imponente tempio di Angkor Wat, o di perdere lo sguardo tra le rovine archeologiche all’interno della giungla, di perderti tra i fiumi di acqua sacra dentro le foreste o di tuffarti nelle cascate sulle montagne di Phnom Kulen.

La Cambogia è una delle perle del sud-est asiatico.
Non ancora divorata dal turismo di massa come le vicine Indonesia e Thailandia, conserva ancora quell’autenticità che ti catapulta in un altro tempo.

Quello in Cambogia è un viaggio che ti meraviglierà.


 

 

Le luci della movimentata Bangkok e l’oro dei suoi templi. Il contrasto armonioso tra grattacieli e palafitte, tra tradizione e futuro. Gli odori e i sapori della cucina orientale, i paradisi tropicali delle isole e le rovine archeologiche di antiche città.

Questa è la Thailandia, la terra dei sorrisi, un mondo che entra facilmente nel cuore di chi lo visita.

La ricchezza naturale, storica e culturale di questa terra ha fatto sì che diventasse tra le mete preferite dei viaggiatori. Proprio  qui, in Thailandia, si può trovare tutto ciò che si desidera da una vacanza perfetta.


 

 

Amsterdam è la città delle bici e dei canali, dei fiori e delle case storte.

È una città a misura d’uomo, con tanto verde e dall’aria rilassata. Da sempre una delle mie città preferite, per più di un motivo!

Amsterdam è una città ricca di cose da vedere, a partire dai suoi tre musei più famosi: Van Gogh Museum, dov’è raccolta la più grande collezione di opere d’arte del pittore olandese, il Rijksmuseum dove puoi trovare gran parte della storia dell’arte olandese e la casa di Anna Frank, l’abitazione in cui Anna scrisse il suo famoso diario.

 


 

 

Quest’isola con le sue acque turchesiil sole e il cibo fantastico ci ha stregati fin da subito ed è stata la meta ideale per goderci a pieno una vacanza di mare in modo economico.

La cucina greca fatta di yogurt, miele, formaggi e verdure deliziose, ce l’hanno fatta amare ancora di più.

Un isola paradisiaca, abitata da persone ospitali pronte a darci un consiglio su dove mangiare o su quale spiaggia passare la giornata. Rodi è una meraviglia imperdibile del Mediterraneo.

Pagina FacebookProfilo twitterProfilo InstagramCanale Youtube

WHEXT TRAVEL BLOG

Born Local, Live Global

 

Per info e collaborazioni:
info@whext-travelblog.com